Alcune domande frequenti

In questa pagina troverai risposta ad alcune delle domande che vengono poste più di frequente a Maria Gabriella.
Se non trovi ciò che cerchi, scrivici e ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Ho letto il tuo libro, come posso conoscerti dal vivo?

Su Ascolto Biologico è disponibile un calendario aggiornato con tutte le future date di conferenze, seminari e convegni a calendario. Segui anche il nostro blog.

Ho un problema di salute o un disagio emotivo, come mi puoi aiutare?

Le modalità che utilizzo con chi si rivolge a me sono il consulto individuale (presso il mio studio a Torino, oppure via Skype in videoconferenza) e i seminari.

In cosa consiste un consulto?

Il percorso che propongo prevede due momenti precisi: un primo incontro (dal vivo o su Skupe, in videoconferenza) per una durata di circa una ora e mezza e un secondo confronto (via mail o telefonico) dopo circa 21 giorni. Solo in alcuni casi concorderemo, se davvero necessario, un secondo consulto di un’altra ora circa.

Il mio è un lavoro puntuale che non prevede un percorso di mesi e tanto meno di anni di incontri. La maggior parte delle persone che si sono rivolte a me sono venute al massimo alcune volte nell’arco di mesi per affrontare uno o più “problemi” (siano essi un sintomo fisico o un disagio emotivo).

Dove tieni i consulti privati?

Nel mio studio a Torino, o in alternativa via Skype (è richiesta una webcam installata, cuffie con microfono e, ovviamente, una buona connessione internet.

Quanto costa un consulto ?

Contattami e ti risponderò via mail.

Con una sola sessione posso risolvere un sintomo fisico?

Gli strumenti terapeutici che utilizziamo non sono bacchette magiche e ogni persona è unica e irripetibile nel suo sentire e agire. Per quanto per la mia emicrania, come racconto nel libro, in una sola sessione terapeutica ho trovato la soluzione del sintomo, non si può certo garantire tale risultato. Anche se ormai molte persone hanno potuto trovare una apparentemente rapida soluzione, occorre avere pazienza e rimanere aperti e flessibili.

Soprattutto, non sempre è necessario o opportuno l’utilizzo della Liberazione della Memoria Emozionale, in molti casi adopero dunque altri strumenti terapeutici.

Con quale seminario mi consigli di iniziare?

I seminari non sono concepiti in un ordine sequenziale. A seconda della situazione specifica della persona, uno può essere più immediatamente indicato degli altri. Contattami per ricevere un orientamento in questo senso.

Mio figlio ha un problema, lavori con i bambini?

Certamente e amo particolarmente mettermi a loro disposizione, tenendo presente che fino ai 15-18 anni il lavoro viene realizzato solo attraverso i genitori. I bambini sono particolarmente adatti a tale approccio e come genitore darsi l’opportunità di acquisire certi strumenti e determinate conoscenze donerà loro una grande serenità e capacità di percepire la giusta dimensione dei problemi che si presenteranno inevitabilmente nella vita.

La distanza è un problema?

Assolutamente no, la distanza non è un problema. Da anni offriamo consulenze via skype. Quando mi è possibile cerco di fissare almeno un primo incontro di persona, in alternativa procederemo con un incontro in videoconferenza.

Hai una domanda?

Se non trovi ciò che cerchi, scrivici e ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Contattami

Torna in alto