Tumore: di chemioterapia si muore?

Un sedicenne muore dopo un trattamento chemioterapico

Tumore: di questi giorni uno dei rari casi che un quotidiano di portata nazionale riporta la notizia di una morte di una paziente ricollegata a un trattamento medico “ufficiale”, in questo caso chemioterapico.

L’ipnosi in cui sembra che viviamo in questa cultura “Scientifica” non ci lascia spesso farci venire neppure il dubbio che quando muore qualcuno (soprattutto) di tumore sotto trattamento “ufficiale” la causa possa essere il trattamento stesso e non il “brutto male”, mentre quando muore qualcuno sotto trattamento alternativo è sicuramente colpa del trattamento e non più del tumore.

Sono ragionamenti privi di fondamento reale che tradiscono solo l’attaccamento a un vecchio paradigma e a interessi economici enormi. E spesso i medici stessi se diagnosticati di tumore non hanno nessuna intenzione di  mettersi in mano a certi protocolli e terapie convenzionali.

chemioterapia

Ma esiste un altro modo di vedere le cose basato su 5 leggi biologiche verificabili e conosciute in tutto il mondo e adesso anche in alcune facoltà di medicina all’estero.

Fonte articolo: http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/lecce/cronaca/15_aprile_28/tumori-muore-16-anni-la-chemioterapia-70e4d944-ed81-11e4-8c01-3d3dc911e641.shtml